.
Annunci online

  ILCITTADINO [ NOTIZIE, OPINIONI, DIBATTITI ]
         

Lasciate i vostri commenti agli articoli:

Comitato Insieme per Casale

Casale Corte Cerro (VB)

Un comitato per la gente e con la gente

Un impegno che dura da quindici anni


28 maggio 2009

PRECISAZIONI IN MERITO ALL'UTILIZZO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE "IL CERRO"

 

Le dichiarazioni rese dal signor Paolo Dellavedova in merito all’uso del Centro Polifunzionale di Casale Corte Cerro per lo svolgimento della festa Democratica negli scorsi anni, dichiarazioni volutamente distorte per chiari fini elettorali, meritano da parte mia alcune riflessioni.

La festa Democratica, ex festa dell’Unità, si svolge a Ramate da 60 anni ed è diventata nel tempo appuntamento annuale fisso di aggregazione e motivo di interesse generale della comunità Ramatese.

Su mia richiesta, la festa si è spostata dal centro del paese al piazzale del Centro Polifunzionale, per mitigare l’impatto acustico sulle abitazioni circostanti e non occupare la piazza adibita a parcheggio.

Non è stato chiesto nessun affitto, oltre al costo del plateatico, regolarmente corrisposto, perché la struttura utilizzata per la festa è ancora incompleta, in parte danneggiata e non ancora inaugurata.

La richiesta per l’uso della struttura è stata avanzata dal Circolo del Partito Democratico di Casale. Nessun costo diretto è stato sostenuto dal comune e tanto meno dai casalesi. Questo a differenza del festival di musica rock ‘Perle ai Porci’, organizzato da Dellavedova, che ha ricevuto dall’amministrazione comunale un contributo comunale di 1000 euro.

Bella coerenza, non c’è che dire!

E’ falso che il Partito Democratico abbia utilizzato la sala teatro, come è falso che il Partito Democratico avesse un magazzino presso tale struttura. I regali della sottoscrizione a premi rimasti a disposizione di eventuali vincitori erano racchiusi in un box doccia non utilizzato e sono stati ritirati nei giorni scorsi alla luce del sole, con tanto di furgone del partito stesso, con buona pace della fervida immaginazione del signor Dellavedova.

Voglio infine ribadire la volontà di questa Amministrazione di continuare a mettere a disposizione il Centro Polifunzionale ‘Il Cerro’ in forma gratuita a tutte le associazioni, scuole, circoli, partiti casalesi e non, per promuovere e far conoscere la sala teatro, nella certezza che ogni manifestazione porti in se ricchezza culturale, tradizioni, spettacoli e tanta aggregazione.

Claudio Pizzi

Sindaco di Casale Corte Cerro




permalink | inviato da ILCITTADINO il 28/5/2009 alle 16:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



21 maggio 2009

PROTESTA DELLE SCUOLE SUPERIORI OMEGNESI

 

I docenti delle scuole superiori del territorio di Omegna, riuniti in data 21 maggio 2009, presa visione del comunicato stampa Flc-CGIL di Verbania, nonché delle dichiarazioni della Reggente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, dottoressa Franca Giordano, rilasciate a mezzo stampa, da cui emergono pesanti tagli all’offerta formativa nella nostra provincia e in particolare in alcuni Istituti di Omegna,

ESPRIMONO

1. disappunto per le decisioni dell’Ufficio Scolastico Regionale in merito ai tagli di cui sopra e richiamano l’attenzione sulle peculiarità del territorio. I tagli, infatti, penalizzano fortemente, ancora una volta, l’utenza dei numerosi piccoli centri delle valli limitrofe;

2. preoccupazione per le voci insistenti che danno l’Istituto Dalla Chiesa e l’ITC e Pacle come possibili sezioni staccate di Istituti di altri Comuni. In questo modo andrebbe disperso per la città di Omegna un patrimonio di esperienze maturate e consolidate negli anni che fanno delle scuole del nostro Comune un punto di riferimento anche nella provincia di Novara contribuendo a mantenere l’identità del territorio. Far dipendere gli istituti di Omegna da scuole di altre città comporterebbe, inoltre, forti disagi e probabili problemi per l’erogazione del servizio.

CHIEDONO

che l’Amministrazione comunale e l’Amministrazione provinciale si adoperino per mantenere l’offerta formativa esistente.

PROPONGONO

in vista del riordino ministeriale degli ordinamenti scolastici, previsto per l’anno scolastico 2010/2011, che tutti gli Istituti omegnesi – liceo, istituto commerciale e istituto professionale, nonché il costituendo centro territoriale per la formazione degli adulti – vengano riuniti in un unico Istituto di Istruzione Superiore con le seguenti motivazioni:

1. verrebbe creata un'unica struttura con un numero di allievi che soddisfa le indicazioni ministeriali;

2. potrebbero essere mantenuti tutti i corsi esistenti e se ne potrebbero aggiungere dei nuovi, in linea con le richieste del mercato del lavoro e, ancora una volta, con le indicazioni nazionali;

3. permetterebbe, questa soluzione, un più agevole passaggio dagli ordinamenti vigenti a quelli previsti dalla riforma della scuola superiore secondaria;

4. verrebbero utilizzate le sedi attuali e il costruendo edificio liceale per la dislocazione del nuovo Polo, valorizzando e ottimizzando così l’uso delle risorse già esistenti;

5. si limiterebbe il pendolarismo degli studenti;

6. risulterebbe più semplice e flessibile l’impiego delle risorse – professionali e materiali – tra le sedi;

almeno una delle scuole omegnesi è accreditata al sistema regionale per la formazione professionale, cosa che la mette in grado di erogare servizi di formazione, anche postdiploma. Una possibilità sinora poco sfruttata, ma che, giocata su un sistema più ampio, permetterebbe di fare della città un polo culturale ad ampio spettro, attirando utenti anche dai territori circostanti.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 21/5/2009 alle 21:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



15 maggio 2009

ASSEMBLEE ELETTORALI

 Attenzione! Alcune date sono variate rispetto alle precedenti comunicazioni.

INCONTRI CON GLI ELETTORI

LISTA INSIEME PER CASALE

Lunedì 18 maggio Cereda – Circolo

Mercoledì 20 maggio Casale – Cooperativa

Martedì 26 maggio Ramate – Circolo

Lunedì 1 giugno Gabbio – Circolo

Giovedì 4 giugno Montebuglio - Circolo

LISTA VIVERE CASALE

- Martedì 19 maggio 2009 – Circolo Cereda

- Mercoledì 20 Maggio 2009 Circolo Montebuglio

- Martedì 26 Maggio 2009 Ristorante “Cicin”, Gabbio

-Giovedì 28 Maggio 2009 Centro Culturale “Il Cerro” Ramate

- Venerdì 29 Maggio 2009 Cooperativa Casale

Tutti gli incontri si terranno alle ore 21




permalink | inviato da ILCITTADINO il 15/5/2009 alle 17:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6 E 7 GIUGNO 2009

CLAUDIO PIZZI CANDIDATO SINDACO



Claudio Pizzi, 57 anni, di Ramate, candidato sindaco.
Tecnico Enel a riposo. Sindaco dal 2004, consigliere comunale dal 1995.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

I candidati di Insieme per Casale

 

Massimo M. Bonini, 54 anni, di Crebbia. Insegnante e libero professionista. Giornalista volontario, studioso di cultura tradizionale, storia locale e dialetti. Consigliere comunale e assessore all’Ambiente e all’Urbanistica, consigliere provinciale del VCO, presidente dell’Ecomuseo del Lago d’Orta, vicepresidente dell’Associazione per la Promozione dell’Anziano. 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

I candidati di Insieme per Casale

 Calderoni  Alcide Calderoni, 65 anni, della Cereda. Ricercatore associato al CNR, istituto per lo Studio degli Ecosistemi. Consigliere comunale, capogruppo di maggioranza.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

I candidati di Insieme per Casale

Claudia Cerutti, 25 anni, di Tanchello. Studente alla facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.

 
 Cerutti




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

I candidati di Insieme per Casale

Pietro Foti, 67 anni, di Casale centro. Tecnico comunale a riposo. Consigliere comunale e assessore ai Lavori pubblici e alla Viabilità.   Foti




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

I candidati di Insieme per Casale

 

 Lorenzo Fraschini, 36 anni, di Arzo. Impiegato tecnico commerciale. Appassionato di musica, viaggi, giardinaggio e sport.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

I candidati di Insieme per Casale

 

Mauro Giudici, 46 anni, di Arzo. Docente universitario. Consigliere comunale, Vicesindaco e assessore alle Politiche sociali. Coordinatore del circolo casalese del Partito Democratico. Appassionato di lettura, musica e sport passivo.

 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



1 maggio 2009

I candidati di Insieme per Casale

Ivano Giuliano, 40 anni, del Gabbio. Tecnico Comunale presso l’Ufficio di Piano del Comune di Gravellona Toce. Laureato in Economia con Indirizzo Territoriale Turistico con una Tesi in Urbanistica: "Sviluppo di un sistema GIS applicato al Territorio e al Turismo nel VCO". Appassionato di lettura,informatica,viaggi, sport attivo. Formatore e Beta Tester di Software CAD, Membro AUGI (User CAD International). 

 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 1/5/2009 alle 9:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

Marco, Guiglia, 48 anni, di Cafferonio. Tecnico farmaceutico. Consigliere comunale. Presidente dell’Associazione per la Promozione dell’Anziano.

 
 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 19:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

 

Elisa Moscatiello, 36 anni, di Casale centro. Collaboratore professionale sanitario, infermiera professionale in ambulatorio trapianti renale/nefrologia.

 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 19:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

 

 Lorenzo Biagio Nacca, 51 anni, del Motto. Dirigente medico di anestesia e rianimazione. Presidente della Croce Verde di Verbania. Appassionato di lettura, giardinaggio e fotografia.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 19:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

Roberto Pattoni, 54 anni, di Montebuglio. Tecnico manutentore elettromeccanico. Consigliere comunale, già sindaco, assessore e componente del comitato di gestione dell’USL 57. Appassionato di lettura e meteorologia.   




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 19:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

 Giorgio Rapetti, 20 anni, di Arzo. Studente in Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale presso l’Università degli Studi di Milano. Collaboratore volontario della parrocchia di San Giorgio. Appassionato di musica, sport, letteratura e politica.  




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 19:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

 
  Daniela Raviol, 59 anni, del Motto. Impiegata comunale a riposo. Volontaria presso la biblioteca comunale. Collezionista di bambole. 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 19:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

 

Grazia Richetti, 45 anni, di Crottofantone. Insegnante. Consigliere comunale e assessore all’Istruzione, alla Cultura e alle Politiche giovanili. Appassionata di letteratura, saggistica, storia e cinema.

 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

 Salvatore Sorà, 40 anni, di Ramate. Operaio edile.  




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 18:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 aprile 2009

I candidati di Insieme per Casale

 

Mara Trisconi, 40 anni, di Casale centro. Operaia. Appassionata di viaggi, musica e fotografia.

 




permalink | inviato da ILCITTADINO il 30/4/2009 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



29 aprile 2009

Insieme per casale presenta i candidati e il programma

 

Elezioni comunali 2009 - lista Insieme per Casale

ASSEMBLEE PUBBLICHE PER LA PRESENTAZIONE

DELLA LISTA E DEL PROGRAMMA

Lunedì 18 maggio Cereda – Circolo

Martedì 19 maggio Montebuglio – Circolo

Lunedì 25 maggio Gabbio – Circolo

Martedì 26 maggio Casale – Cooperativa

Venerdì 29 maggio Ramate - Circolo

                tutti gli incontri avranno inizio alle ore 21,00


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario

permalink | inviato da ILCITTADINO il 29/4/2009 alle 22:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



15 aprile 2009

I CANDIDATI ALLE ELEZIONI COMUNALI 2009

 

I CANDIDATI DI INSIEME PER CASALE

ALLE ELEZIONI COMUNALI DEL 6 E 7 GIUGNO 2009

Claudio Pizzi -  Ramate -  candidato sindaco

Candidati consiglieri

1 Massimo M. Bonini     Crebbia

2 Alcide Calderoni        Cereda

3 Claudia Cerutti          Tanchello

4 Pietro Foti                 Casale centro

5 Lorenzo Fraschini      Arzo

6 Mauro Giudici            Arzo

7 Ivano Giuliano           Gabbio

8 Marco Guiglia           Cafferonio

9 Elisa Moscatiello       Casale centro

10 Roberto Pattoni      Montebuglio

11 Lorenzo Nacca        Motto

12 Giorgio Rapetti        Arzo

13 Daniela Raviol         Motto

14 Grazia Richetti         Crottofantone

15 Salvatore Sorà         Ramate

16 Mara Trisconi           Casale centro

Casale Corte Cerro, 15 aprile 2009




permalink | inviato da ILCITTADINO il 15/4/2009 alle 21:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



15 aprile 2009

IL PROGRAMMA ELETTORALE DI "INSIEME PER CASALE"

 

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 06/07 GIUGNO 2009

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL

CANDIDATO A SINDACO

CLAUDIO PIZZI

E DELLA LISTA COLLEGATA

“INSIEME PER CASALE”


INDICE

1 – LE PERSONE.. 3

2 – IL PROGETTO.. 3

3 – LO SVILUPPO.. 4

4 – IL COMUNE VICINO AI CITTADINI 5

5 – LA POLITICA FINANZIARIA E DI BILANCIO.. 6

6 – PROGRAMMAZIONE DELL’USO E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO.. 6

7 – L’AMBIENTE.. 8

7.1 Messa in sicurezza dei corsi d’acqua. 8

7.2 Vigilanza e sensibilizzazione. 8

7.3 Recupero del patrimonio boschivo e a pascolo. 8

7.4 Spazi di verde pubblico. 8

7.5 Parchi-giochi 8

7.6 Zone di particolare valore. 8

7.7 Sentieri e antiche strade comunali 9

7.8 Diritti e tutela degli animali 9

7.9 Rifiuti 9

7.10 Ciclo delle acque. 9

7.11 Pianificazione e gestione sostenibile delle risorse energetiche. 9

8 – VIABILITA’ E TRASPORTI 10

8.1 Rete stradale. 10

8.2 Rapporti con Trenitalia e con VCO Trasporti 10

8.3 Parcheggi 10

8.4 Sgombero neve. 10

9 – EDILIZIA PUBBLICA. 12

9.1 Strutture scolastiche. 12

9.2 Patrimonio comunale. 12

9.3 Interventi strutturali nello sport 12

9.4 Interventi su aree private di particolare interesse. 13

10 – I SERVIZI SOCIALI-SANITARI-ASSISTENZIALI 14

10.1 Sanità e assistenza. 14

10.2 Sostegno alle famiglie e alle persone. 14

10.2 Sostegno alle persone anziane. 15

11 – LE ATTIVITÀ DIDATTICHE, CULTURALI, SPORTIVE, RICREATIVE E TURISTICHE.. 16

11.1 Servizio biblioteca. 16

11.2 Supporto alle iniziative dei ragazzi 16

11.3 Sostegno allo studio. 16

11.4 Attività culturali 16

11.4 Sostegno alle Associazioni 17


1 – LE PERSONE

Siamo cittadini di Casale, proveniamo da tutte le frazioni e intendiamo metterci nuovamente a disposizione e al servizio della comunità casalese per dare risposte concrete alle necessità e ai cambiamenti che la vita di oggi ci impone e che meritano grande attenzione.

Ci uniscono i valori irrinunciabili di libertà e democrazia perché siamo consapevoli che libertà e democrazia siano i beni più preziosi scaturiti dalla storia della nostra Repubblica.

Al nostro interno sono rappresentate varie categorie professionali, diverse generazioni, diverse esperienze e culture, competenze e passione che vogliamo mettere al servizio della nostra comunità.

Un tratto significativo che ci accomuna è la partecipazione ad attività di carattere sociale, ad associazioni di volontariato e a gruppi sportivi.

Intendiamo impegnarci a fondo nell’affrontare i diversi problemi della nostra comunità, per dimostrare che l’interesse e la volontà di agire per migliorare la qualità della vita, la sicurezza e la vivibilità del Comune di Casale sono reali e, soprattutto, sinceri.

2 – IL PROGETTO

Abbiamo pensato e proponiamo un progetto per raggiungere il BENESSERE SOCIALE.

In questo progetto sono contemplati tutti quei servizi, idee e iniziative da intraprendere per garantire e fornire ai cittadini di Casale una agiata vivibilità sociale: ai bambini di frequentare scuole decorose e con tutti i confort; alle famiglie meno abbienti di avere una casa ed il diritto alla istruzione gratuita per i figli; agli anziani di trascorrere una serena e gratificante vecchiaia; a tutti gli abitanti di vivere in un ambiente salubre, decoroso e confortevole.

Questo vuole essere il punto di arrivo che la nostra lista, “Insieme per Casale”, intende raggiungere con spiccato senso civico e grande responsabilità anche se siamo consapevoli che, malgrado l'impegno e la diligenza che vi dedicheremo, non tutto potrà essere realizzato nel breve periodo anche in considerazione dei tagli negli stanziamenti subiti dai Comuni.

Nel presentare il progetto per i prossimi 5 anni ci sembra doveroso fare una specifica premessa per introdurre l'idea del Comune che vogliamo, considerando quanto ogni giorno i vari telegiornali ci illustrano.

L’economia internazionale sta attraversando un periodo particolarmente difficile e ognuno di noi si ritrova a fare i conti con l’incertezza e la preoccupazione.

Alla luce di questi eventi per noi diventa importante parlare delle sicurezze.

Per sicurezze intendiamo il problema di sicurezza della persona, che pure è molto sentito, ma vogliamo ampliare il concetto alla sicurezza sul lavoro, alla sicurezza del lavoro, alla sicurezza nella mobilità, nella sanità, alla sicurezza intesa come prevenzione rispetto al disagio giovanile nelle sue varie forme, alla sicurezza per gli anziani rispetto alla paura della solitudine.

E in questo concetto delle sicurezze inseriamo anche il tema della casa come momento essenziale della possibilità di vita per la persona e la famiglia.

Furti, rapine e delinquenza sono un aspetto di questo capitolo, anche se nel nostro territorio comunale, sono presenti in misura minore rispetto alle aree circostanti.

E su questi aspetti il tema della sicurezza si salda con quello delle sicurezze legate a problemi squisitamente sociali.

Ad esempio una maggiore attenzione all’integrazione nel tessuto sociale degli immigrati regolari e delle loro famiglie, nel pieno rispetto delle loro tradizioni e della loro cultura è un obiettivo alla nostra portata.

Un contributo alle sicurezze può venire dallo sviluppo economico, che porta con sé prospettive per il futuro dei giovani e condizioni di maggior equilibrio sociale e da un efficace intervento anche sul tema della casa, trattato nella parte del programma specificamente ad esso dedicata.

Tornando al tema della sicurezza della persona, non vogliamo limitarci solo a risposte di ordine pubblico, ma intendiamo agire attraverso la prevenzione e quindi con interventi mirati, quali la presenza di telecamere dislocate sul territorio, una più consistente presenza della polizia municipale ed una gestione attenta del territorio attraverso una intensificazione degli accordi con i Comuni vicini e le Forze dell’Ordine.

Questo ci chiedono i cittadini e questo deve essere il nostro deciso impegno per dare sicurezza, tranquillità, serenità a chi vive nel nostro Comune.

3 – LO SVILUPPO

I cambiamenti sociali, economici e produttivi, unitamente alle incerte prospettive del mercato, ci inducono ad alcune riflessioni che riteniamo utili per valutare le reali possibilità di intervento da parte dell’Amministrazione comunale nel promuovere il rilancio economico e produttivo del nostro paese.

Casale si trova, come altre realtà industriali, di fronte ad una crisi reale che coinvolge l’intero mondo economico e che si aggiunge alla debolezza ormai cronica del settore casalingo.

La mancata diversificazione e conversione delle produzioni, l’assenza di nuove tecnologie ed un settore turistico poco significativo ci mettono in una condizione di debolezza e difficoltà, che si ripercuote inevitabilmente sul benessere economico di Casale.

Da qui l’impegno dell’Amministrazione per diventare soggetto promotore della tenuta e dello sviluppo del territorio attraverso politiche di incentivazione e agevolazione per insediamenti produttivi ed edilizi, moderni e sostenibili, anche ricercando sinergie tra pubblico e privato. Un’attenzione particolare va anche posta all’artigianato, motore principale della nostra economia, che oggi, nonostante tutte le difficoltà, dovrà adattarsi alle nuove esigenze produttive, adeguatamente sostenuto da incentivi economici, agevolazioni tariffarie o strumenti di supporto alle innovazioni nel suo percorso di cambiamento.

Anche il settore del commercio è inevitabilmente in sofferenza per l’attuale recessione, ma, tutto sommato, a Casale registra ancora una certa tenuta, soprattutto per le diverse attività concentrate in massima parte lungo la SR 229 Gravellona-Omegna.

A tal proposito, l’Amministrazione vuole dedicare particolare attenzione nei lavori di ammodernamento urbano della 229, per rendere i luoghi decorosi, comodi e appetibili alla sosta anche dal viaggiatore occasionale, nonché per rendere l’arteria scorrevole, ben illuminata e con marciapiedi e attraversamenti sicuri.

Il settore turistico è attualmente poco sviluppato, sia per la carenza di strutture ricettive sia per la mancanza di offerte turistiche integrate nel territorio. L’Amministrazione Comunale dovrà porsi come soggetto attivo nella proposta culturale, nel potenziamento degli standard qualitativi dei servizi pubblici e nella tutela dell’ambiente, intesa come progetto complessivo a cui dovranno fare riferimento tutte le iniziative che si assumono in una sorta di impegno comune coordinato e finalizzato alla crescita economica complessiva di Casale.


 

4 – IL COMUNE VICINO AI CITTADINI

L’evoluzione tecnologica degli ultimi anni nel campo dell’informazione lascia sempre più spazio a nuovi strumenti di comunicazione.

Il sito internet comunale sta svolgendo sempre più un ruolo primario come strumento di comunicazione; da qui l’impegno ad un costante aggiornamento.

Inoltre l’utilizzo della posta elettronica permette un quotidiano dialogo con il Sindaco e la giunta per tutte le problematiche, sia personali sia di pubblico interesse, con la certezza di una sicura e rapida risposta.

Questo non prescinde dal contatto diretto con il Sindaco o con l’amministrazione ed il personale comunale che riteniamo fondamentale.

Per questo motivo vogliamo garantire la possibilità di conferire con il Sindaco tutti i giorni previo semplice appuntamento telefonico.

Riteniamo doveroso evitare ai cittadini lunghe e inutili attese. Anche i contatti telefonici con l’amministrazione e il personale municipale dovranno essere diretti ed immediati e ad ogni esigenza il personale dovrà essere in grado di indirizzare il cittadino al responsabile del relativo procedimento.

Continueranno e saranno potenziate le occasioni di dialogo e di confronto con i cittadini singoli ed associati ed il Sindaco, così come nel precedente mandato, sarà disponibile a rapportarsi con tutti.

Deve però essere anche un Comune che sappia decidere, seguendo procedure certe e trasparenti, nei tempi opportuni e nelle forme efficaci.

Un’Amministrazione efficace ed efficiente che migliora costantemente il proprio funzionamento riducendo il più possibile i costi, adottando metodologie di lavoro innovative ed introducendo nuove tecnologie.

In questo contesto, continueremo a considerare le risorse umane un fattore fondamentale e a investire nella formazione e qualificazione del personale.

Vogliamo mantenere il servizio di pre-compilazione dell’ICI, servizio che si è dimostrato utile e comodo.

Ci piace pensare ad un Comune moderno che promuova al massimo la partecipazione dei cittadini, secondo uno stile di condivisione delle scelte, anche attraverso incontri con gli abitanti delle frazioni con l’obiettivo di conoscere i bisogni degli abitanti delle frazioni per definirne le risposte più adatte.

Infine ci impegneremo a ricercare forme di auto-finanziamento per la pubblicazione periodica di un bollettino comunale, quale strumento utile per informare i cittadini dei servizi offerti, di tutti gli avvenimenti culturali e sportivi, degli appuntamenti religiosi, delle sagre delle frazioni e di altre manifestazioni, convinti che qualsiasi forma di partecipazione arricchisca il senso di comunità degli abitanti di Casale.


 

5 – LA POLITICA FINANZIARIA E DI BILANCIO

I tagli degli ultimi anni sui trasferimenti da parte dello Stato e delle Regioni ai Comuni, hanno ridotto le possibilità economiche per realizzare molti progetti e rendono sempre più difficile reperire fondi e fare investimenti.

Quindi, per gestire in maniera più efficace ed efficiente le risorse a disposizione intendiamo sperimentare percorsi di integrazione dei servizi ed instaurare rapporti sempre più stretti, operando in modo sinergico con gli altri Comuni e con altri Enti, come Provincia, Comunità Montane, Regione.

Crediamo che alcune delle principali problematiche del nostro Comune debbano essere affrontate e risolte in un’ area territoriale più vasta: pensiamo a questioni di grande complessità come ad esempio i trasporti, i servizi socio sanitari, la viabilità, lo sviluppo produttivo, la tutela e valorizzazione del territorio, il turismo.

E’ quindi in questa direzione di orizzonte allargato e globale che intendiamo muoverci per i prossimi anni, pur continuando a valorizzare l’identità del nostro territorio e del nostro substrato culturale.

Le risorse finanziarie comunali coprono ormai a stento la spesa corrente e, perciò, sta diventando sempre più difficile proporre progetti o opere pubbliche di notevole entità senza trovare nuovi finanziamenti.

Da qui il nostro impegno a sviluppare una ricerca organica di tutte le possibilità offerte a livello Provinciale, Regionale, Statale ed Europeo, oltre ad un costante e diretto coinvolgimento delle Fondazioni che operano sul territorio.

Inoltre, premesso che l’imposizione fiscale locale non dovrà subire aumenti, salvo che come estrema ratio vista l’attuale crisi economica, intendiamo rivolgere una particolare attenzione all’eliminazione degli eventuali sprechi, senza intaccare la qualità dei servizi offerti.

Vogliamo altresì che gli investimenti rispondano a una logica di programmazione (descritta di seguito), con priorità alle fasce più deboli della popolazione, privilegiando la tutela dell’individuo in tutte le sue forme e continuando una seria politica a difesa del territorio e dell’ambiente.

6 – LA PROGRAMMAZIONE DELL’USO E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

Nel Comune di Casale si vive bene, in un ambiente gradevole ed accogliente, a misura d’uomo, ma possiamo e vogliamo fare ancora importanti passi avanti.

Il nostro scopo prioritario è crescere e migliorare ancora la qualità della vita e la coesione sociale, mantenendo la nostra identità, tutelando e promuovendo il nostro territorio, sostenendo l’innovazione imprenditoriale ed economica, valorizzando, dove possibile, le potenzialità del turismo e dell’agricoltura di qualità.

Una delle caratteristiche più evidenti del nostro Comune è la vastità del territorio e la molteplicità dei centri che ne fanno parte, ciascuno con le proprie peculiarità, esigenze e diverse situazioni ambientali.

Una realtà diversificata e non univoca, nella quale vogliamo realizzare interventi necessari e rispondenti alle esigenze del cittadini.

La cura del Comune sarà uno dei nostri impegni principali, in modo da rendere il capoluogo e le frazioni sempre più capaci di accogliere i residenti e i turisti in modo funzionale e piacevole.

L’uso e la tutela del territorio sono certamente obiettivo primario della nostra Amministrazione.

È importante assicurare particolare attenzione alle esigenze dei cittadini, in merito al problema della casa, alla ristrutturazione delle abitazioni esistenti, ai piccoli completamenti e ai miglioramenti funzionali.

Intendiamo per ciò favorire il recupero del patrimonio edilizio esistente, evitando il più possibile il consumo di altro territorio e puntando, in particolare, alla riconversione dei numerosi edifici industriali dismessi. Dovremo quindi agire attraverso facilitazioni ed agevolazioni nelle operazioni di ristrutturazione degli edifici posti nei nuclei di antica formazione e, laddove si intenda migliorare l’aspetto storico ed architettonico degli immobili, prevedere una sostanziale riduzione degli oneri di urbanizzazione e la concessione di contributi finanziari.

Particolare attenzione sarà dedicata alle esigenze delle persone più deboli e delle giovani famiglie.

Per raggiungere questi obiettivi riteniamo che lo strumento fondamentale debba essere una modifica del Piano Regolatore Generale Comunale (PRGC), con caratteristiche tecniche tali da permetterne un’approvazione in tempi rapidi, il cui progetto si basi sullo studio preliminare del territorio casalese e delle esigenze della sua popolazione – intesa prima di tutto come comunità di persone e come corpo sociale, e non banalmente come un insieme di singoli individui nonché sulla profonda revisione e sul conseguente aggiornamento delle analisi geologiche, al fine di verificare la correttezza degli studi precedenti e di apportare i miglioramenti che conseguono alle importanti opere di sistemazione e difesa spondale eseguite negli ultimi anni sui nostri corsi d’acqua, le quali, già oggi, hanno permesso di modificare la classe di rischio e quindi di rendere edificabili quelle aree a suo tempo congelate dalle direttive dell’Arpa.

Riteniamo inoltre opportuno inserire Casale nel circuito turistico del territorio provinciale, agganciandoci in particolare alle numerose iniziative in atto nella zona cusiana. Per questo motivo dobbiamo migliorare la qualità di parchi, boschi, zone umide e aree attrezzate, preservare e valorizzare le aree di pregio ambientale e paesaggistico nonché aumentare la capacità ricettiva, favorendo la nascita di strutture “leggere” quali “bed and breakfast” e agriturismo.

Il miglioramento delle aree poste lungo la S.R. 229 del Lago d’Orta tra Omegna e Gravellona Toce deve diventare uno dei punti più qualificanti della nuova Amministrazione Comunale: questa importante arteria, che attraversa longitudinalmente tutto il nostro Comune, dovrà diventare un migliore “biglietto da visita” per il Comune.

Infatti vi si trovano localizzate importanti attività produttive, frammiste ad attività commerciali e residenziali, che non sono state ancora oggetto di un ordinato sviluppo urbanistico e che necessitano l’immediata realizzazione del Piano provinciale che prevede la completa riqualificazione dell’arteria tra le città di Gravellona e Omegna.

Vogliamo assolutamente tutelare la fascia montana, evitando che venga aggredita indiscriminatamente da nuovi interventi edilizi ma, al tempo stesso, agevolando il recupero funzionale degli edifici preesistenti, nel massimo rispetto delle tipologie costruttive tradizionali e puntando a valorizzare la tipicità dei fabbricati rurali esistenti.

La qualità della vita quotidiana continuerà ad essere il criterio fondamentale per le scelte in campo urbanistico, perché a nuovi insediamenti deve necessariamente accompagnarsi l’adeguamento e il miglioramento dei servizi, dei parcheggi, della viabilità, degli spazi verdi e dei punti di aggregazione.


 

7 – L’AMBIENTE

In questo settore riteniamo fondamentale la collaborazione con i comuni limitrofi, la Comunità Montana, la Provincia, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) e gli altri enti e associazioni, soprattutto di volontariato.

È indispensabile, infatti, coordinare gli sforzi e offrire il massimo del servizio con le risorse umane,, materiali e finanziarie disponibili.

7.1 Messa in sicurezza dei corsi d’acqua

Intendiamo proseguire l’azione che nel corso degli ultimi anni ha permesso di mettere in sicurezza buona parte dei corsi d’acqua.

7.2 Vigilanza e sensibilizzazione

Sarà nostra premura stringere accordi di collaborazione con le associazioni di volontariato affinché possano essere impegnate in iniziative di protezione civile, di prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi, di controllo ambientale, di sensibilizzazione ed educazione.

7.3 Recupero del patrimonio boschivo e a pascolo

È nostro obiettivo elaborare ed attuare un piano per il recupero del patrimonio boschivo e a pascolo con l’adozione di un “piano del verde”.

Da tempo ormai si tagliano molti alberi, anche per far fronte ai costi crescenti del metano, e non si realizza un adeguato lavoro di piantumazione.

7.4 Spazi di verde pubblico

Sarà nostra premura riqualificare, ampliare e incrementare gli spazi di verde pubblico, migliorandone l’accoglienza e la vivibilità.

Tra le diverse iniziative proponiamo anche la realizzazione di un “Bosco dei bimbi”, tramite la messa a dimora, in un’apposita area, di un albero per ogni nuovo nato, anche in attuazione di specifiche indicazioni di legge.

7.5 Parchi-giochi

Vogliamo continuare ad impegnarci per garantire una regolare opera di manutenzione dei parchi esistenti.

Alcune frazioni, inoltre, sono ancora sprovviste di spazi dove i bambini possano giocare in condizioni protette. Sarà nostra cura, quindi, individuare le aree ed i fondi da destinare a tale uso, con priorità per Arzo, Crebbia e Cereda.

7.6 Zone di particolare valore

Riteniamo necessario recuperare e riqualificare, anche a fini sociali, alcune zone di valore, quali le rive dello Strona (approfittando anche dei lavori in corso per la variante della SR 229), le aree umide a valle del centro sportivo di Casale, il parco del Getsemani e la zona Blen-Turigia.

7.7 Sentieri e antiche strade comunali

Teniamo in particolare considerazione il ripristino, la segnalazione e la manutenzione dei principali sentieri e delle antiche strade interfrazionali rendendo più agevole il recupero del patrimonio boschivo e pascolivo; saranno inoltre favorite le forme di turismo a basso costo e a basso impatto ambientale. Verificheremo, infine, la possibilità di realizzare aree appositamente attrezzate per la sosta e il pic-nic.

7.8 Diritti e tutela degli animali

Intendiamo potenziare la già fattiva collaborazione con il canile intercomunale di Omegna e intraprendere azioni per il contenimento del randagismo felino, con l’obiettivo di tutelare i cittadini, il decoro ambientale e salvaguardare gli animali, verificando l’eventuale possibilità di realizzare un’area felina protetta.

7.9 Rifiuti

Vogliamo promuovere programmi ed azioni per la riduzione dei rifiuti e continuare la sensibilizzazione della popolazione al meccanismo della raccolta differenziata, con l’obiettivo di mantenere e possibilmente migliorare gli attuali standard, verificando la possibilità di far diminuire il costo a carico dei cittadini.

Prevediamo anche un miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti, dei rifiuti riciclabili e dei materiali inerti prodotti da privati.

Inoltre valuteremo la possibilità di migliorare l’impatto ambientale dell’area attrezzata e sorvegliata per il conferimento dei rifiuti.

Promuoveremo inoltre agevolazioni per incentivare l’uso del compostaggio domestico e ridurne in tal modo la quantità raccolta.

Intendiamo infine attivare il progetto “cutting-paper” per la riduzione dei rifiuti cartacei negli uffici pubblici e nelle scuole.

7.10 Ciclo delle acque

Dopo il passaggio, reso obbligatorio da precise disposizioni di legge, della maggior parte delle competenze all’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) interprovinciale, all’Amministrazione comunale rimane il compito di gestire e ottimizzare fontane e tombinature per la raccolta delle acque “bianche”.

In tale ambito ci impegneremo per proseguire nella progressiva separazione di queste ultime dalle acque “nere” che saranno smaltite nelle fognature, in modo da migliorare la funzionalità delle fognature stesse ed evitare, in particolare, i rigurgiti di liquami che occasionalmente ancora si verificano attraverso i dispositivi di “troppo pieno”.

7.11 Pianificazione e gestione sostenibile delle risorse energetiche

Sarà nostra cura promuovere presso i cittadini programmi ed azioni per lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia e del risparmio energetico nel rispetto della normativa nazionale e regionale. Ritieniamo opportuno avviare questi comportamenti “virtuosi” attraverso il monitoraggio dei consumi e la diagnosi energetica dei propri edifici (“audit energetico”).

Per quanto riguarda l’illuminazione pubblica è necessario ridurre i consumi di energia, favorendo il ricorso a nuove tecnologie (ad esempio lampade a LED, zone residenziali munite di sensori, ecc.).

8 – VIABILITA’ E TRASPORTI

È nostro intento migliorare ulteriormente la viabilità, la qualità dei trasporti e la sicurezza delle strade casalesi, che si traduce in maggior sicurezza dei cittadini.

8.1 Rete stradale

Per quanto riguarda la rete stradale intendiamo dedicare priorità ai seguenti interventi:

· Realizzazione di una rotatoria all’incrocio delle vie Gravellona, Partigiani e Nazioni Unite, con richiesta di finanziamento all’Amministrazione Provinciale;

· Completamento del marciapiede in Via Marconi fino alla frazione Crottofantone;

· Sostituzione delle pavimentazioni nei nuclei di antica formazione con posa di cordolatura in pietrame locale e ciottoli di fiume;

· Allargamento e sistemazione della via Gabbio, particolarmente intasata per la notevole conurbazione e per la limitata sezione stradale;

· Sistemazione definitiva della strada Alpe Rusa–Alpe Quaggione e sistemazione della strada interpoderale “Pra Prin”, danneggiata dall’alluvione del Novembre 2008, attraverso una proposta di convenzione con la nuova Comunità Montana;

· Completamento dei lavori di collegamento tra via Pascoli e la circonvallazione della nuova area industriale “Gabbio” (attuazione convenzione con Impresa locale);

· Realizzazione della nuova strada di collegamento tra la frazione Cafferonio e il piazzale della Chiesa di San Carlo (attuazione Convenzione con imprenditore locale);

· Miglioramento dell’arredo urbano lungo la Strada Provinciale 229 del Lago d’Orta in accordo con l’Amministrazione Provinciale e in conformità al Progetto già elaborato dalla stessa;

· Rifacimento degli attraversamenti pedonali sulla SR 229;

· Illuminazione degli attraversamenti pedonali e loro segnalazione attraverso insegne luminose o strisce colorate.

8.2 Rapporti con Trenitalia e RFI e VCO Trasporti

Intendiamo esercitare ulteriori e possibili azioni di pressione e controllo per abbassare e limitare l’inquinamento acustico lungo la linea ferroviaria Novara-Domodossola.

Intendiamo altresì avviare una nuova collaborazione con VCO Trasporti per individuare trasporti straordinari per studenti e possibilmente incrementare il numero di corse nella parte alta del Comune.

8.3 Parcheggi

Riteniamo prioritari il completamento e la razionalizzazione del piano generale dei parcheggi attraverso la creazione di ulteriori parcheggi nelle aree di “sofferenza” (Cafferonio, via Crusinallo, Crebbia, Cassinone, via Gabbio, ecc.).

8.4 Sgombero neve

In merito al servizio di sgombero della neve, dobbiamo prendere atto che vi sono molti fattori imprevedibili per garantire un corretto equilibrio tra le esigenze del cittadino e una razionale organizzazione del servizio: non sempre è possibile prevedere orari e abbondanza delle nevicate.

Il servizio di sgombero neve è già migliorato sensibilmente con l’apporto di un nuovo progetto operativo che prevede percorsi programmati a seconda della pericolosità e dell’importanza della strada. Ci impegniamo comunque a migliorare ulteriormente questo servizio con l’acquisto di una “lama” da applicare al camioncino in dotazione al Comune, che potrà agire autonomamente, in modo da intervenire in tempi rapidi e nelle situazioni più delicate, in supporto anche all’Impresa appaltatrice.


 

9 – EDILIZIA PUBBLICA

L’attenzione alle opere di edilizia pubblica costituisce un grande impegno dal punto di vista economico ma soprattutto un grande segnale di attenzione ai cittadini del comune, ai loro figli ed alle loro esigenze, sempre nell’ottica del miglioramento della “qualità della vita” che vogliamo sostenere.

9.1 Strutture scolastiche

Il continuo controllo dell’andamento demografico, dello stato delle strutture, della qualità dei servizi offerti sia dalla scuola pubblica che dai privati, sarà la base per le scelte che l’amministrazione opererà per la programmazione del sistema scolastico casalese nel medio-lungo termine attraverso la razionalizzazione e la manutenzione straordinaria dei plessi scolastici esistenti o la realizzazione di nuovi plessi.

Intendiamo quindi proseguire nel miglioramento delle strutture scolastiche esistenti, per assicurare ai nostri figli e nipoti una maggiore agibilità dei locali ed un’accresciuta sicurezza.

In particolare realizzeremo i seguenti interventi:

Scuola elementare e media di Casale.

· Abbattimento barriere architettoniche (ascensore)

· Recupero del piano seminterrato da destinare ad aule speciali

· Manutenzione straordinaria (imbiancatura e parziale sostituzione pavimentazioni)

Scuole materne di Casale e Ramate.

· Sistemazione dei cortili

9.2 Patrimonio comunale

Al fine di valorizzare nella maniera più adeguata il patrimonio comunale, intendiamo procedere con i seguenti interventi:

· Completare i lavori del complesso museale “ex-Latteria Turnaria”;

· Eseguire il rifacimento completo dei vialetti nei Cimiteri di Montebuglio e di Casale e procedere alla costruzione di nuove colombaie;

· Sistemare l’area verde per lo spargimento delle ceneri nel cimitero di Casale;

· Realizzare il “Parco Fluviale dello Strona” in concomitanza con la realizzazione della variante tra Omegna e Gravellona Toce della SR 229. In questa area è nostra intenzione localizzare un laghetto per la pesca sportiva, un parcheggio attrezzato per i camper e una nuova pista ciclabile (realizzata dalla ditta appaltatrice)

· Trovare un adeguato accordo con l’Agenzia Territoriale per la Casa in merito al fabbricato residenziale “Ex Furter”, al fine di poter procedere a una completa ristrutturazione dell’edificio.

9.3 Interventi strutturali nello sport

Per quanto riguarda il settore sportivo intendiamo fornire strutture adeguate alle esigenze dei casalesi quali:

· Costruzione di un campetto di calcio in frazione Montebuglio (opera già inserita nel bilancio 2009)

· Costruzione di nuovi spogliatoi per il Campo Sportivo Ramate

· Manutenzione generale del Campo Sportivo di Casale

· Costruzione di un campetto di Pallacanestro per le scuole di Casale

· Realizzazione di una palestra Comunale.

9.4 Interventi su aree private di particolare interesse

Continuerà il nostro impegno per trovare una soluzione in merito a due aree private che rivestono una notevole importanza pubblica, per le loro caratteristiche architettoniche, ambientali e urbanistiche e per la loro valenza storica e sociale.

Ci riferiamo all’area industriale “F.lli Calderoni” e al complesso del Getsemani.

Per entrambe le aree continueremo il nostro impegno nella ricerca di soluzioni che permettano un recupero completo con un’adeguata sistemazione dei luoghi, in modo da giungere anche alla creazione di nuovi posti di lavoro.


 

10 – I SERVIZI SOCIALI-SANITARI-ASSISTENZIALI

Se è importante realizzare opere pubbliche, parimenti importante è riportare l’attenzione sulla persona, dal bambino all’anziano, ed in modo particolare sulla famiglia.

La società italiana sta subendo rapide e profonde trasformazioni sia nella sua composizione che nella distribuzione dei ruoli. Il cambiamento della famiglia da patriarcale a nucleare o monoparentale, l’aumento dell’età media, la crescita della percentuale dei diversamente abili e non autosufficienti, le nuove povertà con assottigliamento del ceto medio e aumento del divario fra ricchi e poveri richiedono un continuo aggiornamento dei metodi di assistenza ed un accomodamento costante dei regolamenti e delle attività di supporto.

La popolazione anziana, ad esempio, necessita di particolare attenzione, ma è anche vero che costituisce una grande potenzialità quando è disponibile ed in grado di aiutare gli altri con la presenza nella vita sociale della comunità.

Continueremo a valorizzare gli anziani come grande risorsa culturale e civile, in particolar modo nell’ambito del sostegno al volontariato.

Le attività in questi settori dovranno essere conformi alle linee guida fissate con il Piano di Zona dei servizi socio-assistenziali.

L’obiettivo deve essere quello di fornire ai cittadini la migliore integrazione possibile dei servizi sociali, sanitari e assistenziali, di considerare i bisogni delle persone nel loro complesso non solo in quanto “pazienti” o “assistiti”, di promuovere la diffusione su tutto il territorio provinciale delle “buone pratiche”, di fornire un’informazione chiara ed efficace sulle modalità con cui ciascuno possa trovare risposta alle proprie domande di buona salute e qualità della vita.

Solo così si potrà fornire un’effettiva risposta alla richiesta di “benessere” della popolazione casalese.

10.1 Sanità e assistenza

Riteniamo fondamentale il potenziamento della medicina territoriale, perché in tal modo si possono dare moltissime risposte concrete ai cittadini malati, nelle fasi di analisi e diagnosi, nei trattamenti medici o di chirurgia ambulatoriale, nelle fasi post-acute o di riabilitazione, che richiedono un’assistenza infermieristica domiciliare o nelle strutture sanitarie territoriali extra-ospedaliere.

L’Amministrazione comunale sarà attenta e attiva, nelle sedi istituzionalmente preposte, alla discussione sul futuro della sanità provinciale, ribadendo la propria contrarietà a qualunque progetto che penalizzi il territorio cusiano, che non sia basato su proposte concretamente realizzabili e che non disponga di finanziamenti certi.

L’Amministrazione comunale intende operare all’interno del Consorzio Intercomunale per i Servizi Socio-assistenziali del Cusio, con l’obiettivo di potenziare i servizi offerti e soprattutto quelli di assistenza domiciliare per anziani, minori, disabili e nuclei familiari in difficoltà.

Dall’altro lato opererà in raccordo con le associazioni di volontariato attive sul territorio comunale, offrendo loro il massimo sostegno possibile.

Le attività saranno coordinate con le istituzioni scolastiche, le parrocchie, i gruppi sportivi e le agenzie educative soprattutto per una forte azione di prevenzione del disagio minorile.

L’Amministrazione comunale proseguirà la propria attività per garantire che gli ambulatori medici e i locali utilizzati dal personale del CISS siano di buona qualità, e ubicati in posizioni comode, al fine di permettere una fruibilità ottimale dai cittadini.

10.2 Sostegno alle famiglie e alle persone

L’Amministrazione comunale sosterrà le famiglie attraverso il mantenimento e il potenziamento dei servizi già in funzione.

In particolare vogliamo migliorare la fruibilità del micro-nido, dei servizi di pre- e post-scuola e intendiamo mettere in atto tutte le possibili iniziative al fine di salvaguardare la qualità della nostra scuola pubblica, limitando il più possibile gli eventuali effetti negativi dell’applicazione delle recenti disposizioni normative di riforma della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria inferiore.

Inoltre intendiamo promuovere la nascita e la diffusione dei G.A.S. (Gruppi di Acquisto Solidale), già attivi nei comuni di Verbania, Gravellona Toce, Omegna e limitrofi, che permettano ai cittadini l’acquisto di prodotti provenienti da piccoli produttori locali con riduzione dell’inquinamento e dello spreco di energia derivanti dal trasporto.

Tra gli interventi che riteniamo prioritari a sostegno delle famiglie ci sono la casa e il lavoro.

Per il primo aspetto continuerà la collaborazione attiva con ATC (Agenzia Territoriale della Casa) per garantire la disponibilità di alloggi per uso temporaneo, in modo da renderli disponibili a nuclei famigliari o singoli che attraversano momenti di difficoltà.

Per il secondo aspetto proseguiranno, in collaborazione con il Centro per l’Impiego, le politiche di sostegno a favore di persone in difficoltà sul mercato del lavoro.

10.2 Sostegno alle persone anziane

Le conseguenze dell'invecchiamento della popolazione hanno una forte ricaduta sulla strutturazione dei servizi sociali. E’ necessario e urgente incrementare l’attenzione alle esigenze dei cittadini anziani in termini di assistenza e di supporto specifico, ma anche in materia di attività ricreative e iniziative mirate di tipo culturale e sociale.

Fortunatamente Casale è sempre più caratterizzato da una crescente presenza di popolazione longeva, in molti casi in ottimo stato di salute e in questo senso le persone della cosiddetta “terza età” sono anche, e sempre di più, una risorsa viva ed insostituibile per il benessere della nostra città.

In quest’ottica volgiamo impegnarci per:

- Sostenere le iniziative tese alla valorizzazione della persona anziana nel proprio contesto familiare e nel tessuto sociale, (spazi verdi dedicati all’interno delle varie frazioni, sostegno delle iniziative delle associazioni presenti sul territorio per iniziative di tipo educazionale, culturale e sociale, convenzioni speciali al fine di sviluppare progetti che favoriscano il contatto tra diverse generazioni);

- Promuovere, in collaborazione con le ASL, un’assistenza domiciliare integrata come insieme combinato delle prestazioni socio - assistenziali e sanitarie erogate a domicilio a favore di anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti, a sostegno dell’impegno del nucleo familiare;

- Istituire, supporti e provvidenze per i nuclei familiari al fine di favorire il mantenimento della persona anziana al proprio interno, evitando il ricorso all’istituzionalizzazione, spesso da correlare alla caduta in sindromi depressive e allo sviluppo di processi di decadimento fisico e psichico;

- Favorire la creazione di un centro di incontro diurno per anziani.


 

11 – LE ATTIVITÀ DIDATTICHE, CULTURALI, SPORTIVE, RICREATIVE E TURISTICHE

In questi anni l’Amministrazione comunale ha proposto attività, promosso manifestazioni, sostenuto Associazioni, realizzato progetti nella convinzione che l’offerta culturale e ricreativa possa costituire occasione di crescita continua, di incontro e di aggregazione: la qualità della vita migliora anche quando le opportunità per il tempo libero sono agevoli ed accessibili a tutti.

11.1 Servizio biblioteca

Il servizio di biblioteca si è notevolmente sviluppato nel corso degli anni.

Vogliamo continuare a sostenerlo, sia attraverso iniziative già consolidate (quali le serate culturali, il concorso letterario, l’accordo di rete con il Sistema Bibliotecario, il progetto di animazione alla lettura) sia attraverso novità che coinvolgano ragazzi e adulti.

Pensiamo all’istituzione di un Internet Point, alla costituzione di gruppi di lettura per appassionati, alla proposta di ricerche per la documentazione sulla storia e la tradizione locale in modo da far diventare la biblioteca il centro propulsivo delle attività culturali ed un punto d’incontro.

Con la Biblioteca come punto di riferimento potranno essere organizzate nuovamente serate a tema o interventi formativi di vario genere, anche in sinergia con le Associazioni presenti sul territorio per promuovere l’educazione permanente.

11.2 Supporto alle iniziative dei ragazzi

Dopo le esperienze di “Divieto di sosta” e “Officine del cambiamento”, progetti di politiche giovanili che sono stati realizzati in collaborazione con la provincia e con i comuni limitrofi, ribadiamo la necessità di coinvolgere i ragazzi e gli adolescenti nella vita sociale senza imporre loro schemi pre-confezionati da altri.

Continueremo a proporre stimoli e spazi per le loro attività spontanee e a sostenere la creazione e l’avvio delle attività di un centro di aggregazione giovanile nei locali sopra la biblioteca.

11.3 Sostegno allo studio

A difesa della scuola pubblica, intendiamo mantenere il sostegno ai progetti didattici che da anni integrano il Piano dell’Offerta Formativa delle nostre scuole (corsi di musica, danza, nuoto, storia locale).

In collaborazione con le Istituzioni scolastiche valuteremo la possibilità di istituire borse di studio o incentivi per gli studenti meritevoli.

11.4 Attività culturali

Intendiamo promuovere:

· La collaborazione con Enti e Associazioni presenti sul territorio per ampliare l’offerta culturale e ottimizzare l’utilizzo di spazi e risorse;

· La proposta di stagioni concertistiche, teatrali e cinematografiche distribuite in ogni periodo dell’anno sul modello di Casale Inverno e Casale Estate;

· La proposta di un premio letterario anche per gli adulti;

· La ricerca e divulgazione in tema di storia locale e cultura tradizionale;

· L’istituzione di un museo etnografico nei locali della latteria turnaria;

· La realizzazione di corsi di educazione permanente sull’esperienza delle Università della terza età, aperti alla partecipazione di tutti.

· Per quanto riguarda il Centro Culturale “Il Cerro”, ritenuto concluso un faticoso e costoso percorso di sistemazione del fabbricato che in questi anni ha dimostrato tutti i suoi difetti di progettazione ed esecuzione delle opere, finalmente si procederà all’affidamento con gara di appalto per la gestione del “Bar” e compiti di portineria per la “Sala Teatro” la cui gestione intendiamo mantenere in capo all’Amministrazione comunale per permetterne l’utilizzo a titolo gratuito alle Scuole e a tutte le Associazioni presenti sul territorio casalese.

· Infine, conclusa la fase di sperimentazione promozionale, intendiamo intensificare le attività culturali ricercando sinergie a livello intercomunale e Provinciale.

11.4 Sostegno alle Associazioni

Sono molti i cittadini del Comune di Casale che dedicano il loro tempo al mondo dell’associazionismo e del volontariato.

A Casale ci sono moltissime associazioni, una vera e propria risorsa che intendiamo valorizzare e favorire per la loro funzione di socializzazione e per l’importante contributo che danno alla comunità.

L’Associazionismo nel nostro territorio è infatti legato a molteplici interessi e tematiche che vanno dal settore socio-sanitario, al culturale e ricreativo, dallo sport all’impegno nella protezione civile, risultando essenziale per la qualità della vita della nostra comunità.

Sarà nostra cura esser loro di sostegno e aiutare le iniziative ed i progetti che vorranno portare avanti, in una fattiva collaborazione e con vantaggi per tutti.

La crescita del nostro Comune si ottiene anche con il sostegno al volontariato e alle associazioni del Comune; si tratta di persone che nel campo sociale, sportivo, culturale e ricreativo rappresentano una colonna portante della nostra comunità.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 15/4/2009 alle 21:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



15 aprile 2009

CONFUTAZIONE

 

Le informazioni recentemente diffuse sull’asilo nido attraverso il foglio “Vivere Casale” non corrispondono assolutamente a verità. Ecco i fatti che lo dimostrano.

La localizzazione del nuovo asilo nido è stata scelta un’area di proprietà comunale, adiacente alla scuola materna di Ramate, in totale accordo con il consiglio d’amministrazione della stessa scuola.

Questo ha permesso di finanziare, progettare, realizzare e mettere a disposizione delle famiglie la nuova struttura in tre anni.

La localizzazione proposta dalla amministrazione Maggiola nella variante del PRG era invece su un terreno di proprietà privata. L’acquisizione dell’area avrebbe richiesto una procedura di esproprio e impedito la realizzazione dell’opera in tempi così brevi.

La localizzazione del micro-nido ha permesso anche di limitare i costi di realizzazione e di gestione e di creare un’area dedicata ai bambini fino a 6 anni.

Per quanto riguarda i costi, la tariffa pro-capite è di 280 €/mese per il tempo pieno, a cui va aggiunta la quota pasto per i soli giorni in cui il bambino usufruisce di questo servizio.

Questa tariffa è del tutto congruente con quelle praticate dai comuni vicini.

Tutti i comuni coprono la differenza tra i costi del servizio di asilo nido e le tariffe pagate dalle famiglie, attraverso propri fondi di bilancio e i contributi provinciali e regionali.

Lo stesso viene fatto per i servizi scolastici e per lo smaltimento dei rifiuti.

Il disavanzo indicato nel bilancio di previsione 2009 ammonta a 49000 €, di cui 5875 € come quota di ammortamento dei costi di realizzazione.

La raccolta di contributi volontari da singoli cittadini, associazioni e dalla Comunità Montana per l’acquisto degli arredi è stata promossa per ricevere un contributo di pari importo dalla Fondazione CRT. Infatti il bando “Saper donare” della Fondazione, a cui il nostro comune ha partecipato, aveva proprio l’obiettivo di raccogliere finanziamenti per opere pubbliche generando un circolo virtuoso all’interno della società civile attraverso il proprio cofinanziamento. Questa iniziativa ha permesso di raccogliere 33725 €, liberando così risorse del bilancio per altri servizi.

Solo con l’amministrazione Pizzi, Casale Corte Cerro ha visto l’attivazione di servizi per la prima infanzia: contributi alle famiglie e ora il micro-nido! Le precedenti Amministrazioni, guidate da Maggiola per oltre un decennio, non hanno saputo o voluto aprire un asilo nido né aiutare le giovani famiglie.

Chi non è informato sulla situazione economica e sociale può anche pensare che il denaro impegnato per questi servizi a favore dei cittadini sia “sprecato”.
Chi ha ricoperto cariche pubbliche in passato e chi si propone di farlo nel prossimo futuro non dovrebbe commettere un errore così grave!




permalink | inviato da ILCITTADINO il 15/4/2009 alle 20:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



9 aprile 2009

SINDACO A TEMPO PIENO

Con l’avvicinarsi della scadenza del mandato amministrativo, mi viene spontanea una riflessione su quali siano stati i risultati raggiunti dall’Amministrazione comunale da me presieduta in questi cinque anni di attività, ed il grado di soddisfazione dei cittadini. Una sorta di bilancio sul lavoro svolto in questo lasso di tempo e sul rispetto di quanto previsto nel programma elettorale.

In questi anni la nostra comunità, grazie soprattutto al “saper fare” dei Casalesi e all’impegno profuso dall’ Amministrazione comunale, è stata interessata da un significativo sviluppo sociale (con un costante incremento demografico), culturale (con il moltiplicarsi di eventi ed iniziative in tal senso) e, nonostante la chiusura di alcune storiche aziende, anche da uno sviluppo economico, determinato da nuovi insediamenti nell’area industriale e nuove attività commerciali lungo la strada regionale 229.

Al fine di dare sostegno a questo costante sviluppo del paese, l’Amministrazione, anche grazie ad una concreta presenza sul territorio, è stata in grado di realizzare numerose ed importanti infrastrutture a servizio della comunità (asilo nido, mensa scolastica, nuovi parcheggi ecc:), con l’aggiunta di vari progetti ancora in corso di realizzazione e meglio descritti nelle pagine successive.

Oltre alle opere pubbliche realizzate e ai progetti ancora in cantiere, mi preme sottolineare l’attenzione ed il costante impegno dimostrati dall’Amministrazione comunale nell’affrontare ampie problematiche della nostra comunità a livello sociale e nel dare risposte concrete, alle persone e al territorio in termini di sicurezza.

A tal proposito rientrano l’istallazione di alcune telecamere in punti sensibili, l’aumento di zone illuminate nelle vie Gravellona, Nazioni Unite, Crottofantone e parcheggio del Gabbio ecc. (lavori già appaltati e in via di esecuzione), nonché il rifacimento delle segnaletiche stradali, la posa di dissuasori, specchi e nuovi attraversamenti pedonali che hanno reso l’assetto urbano più affidabile e a misura d’uomo. Per questo sono stati fondamentali anche il dialogo continuo e la costante collaborazione con le Forze dell’Ordine

Gli importanti lavori di riassetto e arginatura dei nostri rii sinora eseguiti, oltre ad offrire alti margini di sicurezza, ci permetteranno con un nuovo piano regolatore, di rendere edificabili quelle aree a suo tempo congelate dalle direttive dell’ ARPA.

Ci rimangono ambiziosi progetti, che per la loro complessità necessitano di ulteriore impegno, quali, ad esempio: lo sviluppo e la valorizzazione del Parco del Getsemani e del Parco Fluviale dello Strona, inseriti in un progetto già approvato dalla Comunità Europea, nonché l’auspicabile recupero dell’area Calderoni (progetto già ultimato e di alto profilo urbanistico e sociale.)

A livello sociale, inoltre, nel corso di questi anni abbiamo sviluppato rilevanti convergenze con le parrocchie e con le numerosissime associazioni di volontariato del nostro territorio, che rappresentano indubbiamente l’asse portante dell’impegno civile e religioso della nostra comunità, riuscendo a realizzare convincenti risultati nel campo della famiglia, del lavoro, dell’accoglienza e della solidarietà.

Pur restando ancora molto da fare per poter assicurare eque condizioni di vita ai soggetti socialmente più deboli, soprattutto in questi momenti di estrema difficoltà economica che tocca purtroppo tutti i paesi del mondo, abbiamo posto grande attenzione verso quei cittadini in condizione di emarginazione e bisogno, collaborando con i servizi sociali ed attivando efficaci iniziative per venire incontro alle loro reali necessità.

A conclusione di questa breve riflessione sul lavoro svolto nei cinque anni in cui ho avuto l’onere e l’onore di ricoprire la carica di Sindaco del nostro paese, voglio sottolineare l’impegno e la disponibilità degli assessori e dei Consiglieri comunali che hanno lavorato al mio fianco sempre e comunque con spirito costruttivo e nell’interesse del bene comune; il Personale Municipale, che ha collaborato con me con professionalità e passione per la soluzione dei molteplici e complessi problemi che hanno impegnato quotidianamente l’Ammini strazione; le Associazioni di volontariato e sportive Casalesi sempre disponibili e attive, gli Alpini di Casale cosi puntuali e presenti, il gruppo musicale Mascagni per la sua straordinaria vitalità; e non ultime tutte le famiglie Casalesi, per il grande senso civico dimostrato in più occasioni, tra le quali,mi fa piacere ricordare l’elevata percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti, che ha reso Casale uno dei comuni più “ricicloni” del Piemonte.

Per il prossimo mandato la lista civica Insieme per Casale ha scelto di rinnovare la mia candidatura. Ripercorrendo l’intensa attività e i risultati raggiunti, in questi cinque anni e con lo sguardo proiettato al futuro ancora ricco di ambiziosi traguardi ho accettato di buon cuore e di buon cuore mi rivolgo a voi, sperando di ottenere il vostro consenso per altri cinque anni come Sindaco a tempo pieno.

Claudio Pizzi




permalink | inviato da ILCITTADINO il 9/4/2009 alle 17:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



9 aprile 2009

CINQUE ANNI DI LAVORI

ASILO NIDO

Tra le opere più significative di questa Amministrazione, particolare rilevanza assume la realizzazione del nuovo Micro-Nido.

Si tratta di una moderna struttura che si sviluppa su un unico piano di 150 Mq., realizzata con il contributo di € 175.000 della Regione Piemonte su una spesa di oltre 300.000 €.

Dal 1° settembre 2008 la gestione è affidata alla Cooperativa Sociale “Vita”, che già opera in altre strutture similari della zona.

Attualmente l’Asilo è frequentato da 13 bambini residenti e da 3 bambini provenienti da altri Comuni vicini.

EDILIZIA PUBBLICA RESIDENZIALE

Dopo un lungo e proficua accordo, tra l’Amministrazione Comunale, l’Agenzia Territoriale per la Casa e l’Associazione per la Promozione dell’Anziano, è stata stipulata la Convenzione Preliminare con la quale l’A.T.C. realizzerà una nuova costruzione su un terreno posto in località Cereda-Ramate di proprietà della stessa Associazione.

Si tratta di un edificio a doppio corpo di fabbrica, ove saranno ricavati 14 alloggi, da 44 mq. e da 52 mq., da destinare esclusivamente alle persone anziane, e uno spazio al piano terreno di circa 120 metri quadrati che diventerà la sede dell’Associazione.

MENSA SCOLASTICA

La nuova mensa scolastica è ormai in dirittura di arrivo!

Per mancanza dei necessari fondi di bilancio, è stato necessario predisporre tre progetti stralcio che consentiranno di terminare l’opera.

La nuova mensa scolastica avrà un costo complessivo di 500.000€ finanziato con 250.000€ a carico del Comune, 200.000€ a carico della Regione e 50.000€ a carico della Comunità Montana.

Nel Bilancio di Previsione 2009 sono state previste altre risorse finanziarie per la sistemazione delle aree esterne e per l’arredamento completo dell’impianto. Per comprendere meglio l’importanza che riveste la nuova struttura ricordiamo i dati tecnici più significativi:

Il Servizio mensa giornaliero coinvolge gli alunni delle scuole medie ed elementari di Casale Centro, le scuole elementari di Ramate, le scuole materne di Casale e Ramate e il nuovo Asilo Nido di Ramate, per un totale complessivo di circa 330 pasti giornalieri;

La mensa è gestita dal Comune con l’impiego di una cuoca ed un aiuto-cuoca, due impiegati a tempo parziale ed un addetto al trasporto.

La nuova struttura permetterà un miglioramento del servizio e una più razionale distribuzione dei pasti da suddividere su due turni anziché gli attuali tre turni.

Sul terrazzamento della mensa, sarà ricavato un campo di pallacanestro e volley. Infine verrà sistemato definitivamente il cortile esterno per parco giochi della Scuola.

L’ultimazione dei lavori è programmata per le prossime festività pasquali 2009.

RECUPERO E RIQUALIFICAZIONE AREA PRODUTTIVA CALDERONI F.LLI

L’Amministrazione comunale, con la volontà congiunta della proprietà Calderoni e la necessaria sintonia di intenti con i partner disponibili: Agenzia Territoriale per la Casa e le Cooperative “Edificatrice tre” e “Pallanza”, ha elaborato uno Studio di Fattibilità riguardante il recupero e la riqualificazione dell’area produttiva F.lli Calderoni che storicamente ha costituito una parte importante del Centro del Paese ed un motore essenziale e significativo per la sua crescita economica e sociale.

Oggi quell’area, che riflette la situazione di "debolezza" e "marginalità" di altri “Nuclei di Antica Formazione”, rischia l’abbandono ed è per questo che la Giunta ha approvato il progetto che prevede alcune interessanti proposte finalizzate al suo pieno recupero.

Pietro Foti




permalink | inviato da ILCITTADINO il 9/4/2009 alle 17:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



9 aprile 2009

ALTRE OPERE REALIZZATE

EDILIZIA SCOLASTICA

· Sostituzione Serramenti scuole di Casale

· Sostituzione Pavimenti scuole di Casale

· Imbiancature aule scuole medie Casale

· Sostituzione tetto eternit scuola materna Ramate

· Sistemazione area giochi Scuola materna Casale

· Razionalizzazione riscaldamento per risparmio energetico Scuole Elementari Ramate

· Sistemazione tetto scuole elementari Ramate

· Acquisto Scuola Bus

· Servizio Sorveglianza Scuole (Nonni Vigili)

PATRIMONIO COMUNALE

· Razionalizzazione spazi Uffici Comunali (Vigili Urbani, Protocollo, Sala Giunta)

· Abbattimento barriere architettoniche Municipio

· Creazione nuovi spazi per attività ricreative per i giovani presso la Biblioteca

· Nuova sistemazione Ambulatori medici e Assistente Sociale

· Secondo lotto Museo Ex Latteria

· Realizzazione piazzetta ex lavatoio Montebuglio.

· Arredamento nuovo Centro Culturale “il Cerro”

· Realizzazione servizi igienici Cimitero di Casale

VIABILITA'

· Costruzione Marciapiede Via Marconi

· Costruzione nuova rotonda Via Marconi– Via Nazioni Unite

· Costruzione nuova Rotonda Chiesa S. Carlo

· Pavimentazioni stradali varie

· Costruzione parcheggio Tanchello

· Costruzione parcheggio Ramate Centro Culturale “Il Cerro”

· Costruzione Parcheggio Ricciano

· Costruzione parcheggio Cereda

· Costruzione Parcheggio Cassinone

· Nuovo parcheggio in Fraz. S.Anna, Via Novara

· Allargamento via Pramore

· Nuovo collegamento stradale per frazione Cafferonio, SUE 3

· Sistemazione tratto iniziale strada Alpe Rusa-Quaggione

· Fornitura e posa di dissuasori in diverse strade comunali

· Sistemazione scalinata Chiesa frazione Cereda

· Nuovi punti luce in diverse zone del paese

· Contributi al Consorzio Alpe Rusa- Alpe Quaggione e Alpe Pra Prin per miglioramenti sede stradale




permalink | inviato da ILCITTADINO il 9/4/2009 alle 17:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



9 aprile 2009

ATTIVITA' SPORTIVE

 

Le principali attività sportive che si svolgono nel nostro comune sono legate alle scuole di calcio della Ramatese e del Casale, le due società che da tanti anni hanno in gestione i campi sportivi di Casale e Ramate. L’amministrazione ha sostenuto anche economicamente le attività di queste società e anche altre iniziative, come il campionato nazionale di corsa in montagna dell’ Associazione Nazionale Alpini, svoltosi nel settembre 2004 e due edizioni di una corsa di mountain bike inserita nei circuiti provinciali.

È stato inoltre realizzato un campo di calcetto, aperto a tutti, nell’area del “Centro Culturale” di Ramate e sono stati avviati i progetti al fine di richiedere un contributo alla Regione Piemonte per la costruzione di uno spogliatoio nel Campo Sportivo di Ramate, che rientra nei parametri richiesti dal Bando e quindi in grado di poter essere favorevolmente accolto nell’anno in corso. Si è altresì finanziata nel 2009 la realizzazione del campetto di calcio a Montebuglio.

Valerio Amadori




permalink | inviato da ILCITTADINO il 9/4/2009 alle 17:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



9 aprile 2009

GESTIONE DELLE ACQUE

 

Un breve elenco dei lavori eseguiti nel 2008 dalla società Acque Nord (gestore del servizio idrico nel nostro comune) su nostra richiesta.

· Nuovi sistemi di clorazione

· Messa a norma impianti elettrici dei serbatoi

· Sostituzione tubazione acquedotto in via Bertone Bruno

· Posa nuova tubazione di carico in via Cassinone

· Sostituzione tratti di fognatura via Zone

· Sistemazione serbatoi acquedotto

· Allacciamento acquedotto Alpe Rovei

· Costruzione fognatura in via Della Pace, in Via Bertone Bruno e in via Caduti sul Lavoro

· Costruzione Acquedotto Via Gravellona Fraz. Cereda

Inoltre per il 2009 sono stati concordati i seguenti interventi:

· Costruzione tratto di fognatura in via Gravellona con relativa stazione di pompaggio

· Sostituzione condotta principale acquedotto Montebuglio, che eliminerà il problema dell’acqua ferruginosa.

· Sostituzione fognatura via Bertone Bruno.

Tutte queste opere sono state interamente finanziate dal nuovo gestore senza esborso alcuno per la nostra comunità. Come interamente finanziato sarà il raddoppio del depuratore a Gravellona opera di qualche milione di euro.

Quindi un bilancio più che positivo per il nostro comune anche in termini economici dato che il contributo per questi interventi è complessivamente molto più elevato di quello che noi casalesi versiamo ad Acque Nord.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 9/4/2009 alle 17:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



9 aprile 2009

ATTIVITA' SOCIALI

 

Un paese come Casale C.C., soprattutto le frazioni della parte alta del comune, conserva ancora caratteristiche sociali particolari. I legami famigliari sono ancora sentiti e presenti, così come i rapporti di amicizia e di solidarietà all’interno delle frazioni. Molto attivo è anche il volontariato, che a Casale conta più di 30 associazioni che si occupano un po’ di tutto: dall’assistenza agli anziani alle attività sportive, dalle feste patronali e di frazione alla prevenzione dagli incendi.

Questa struttura sociale permette di assorbire ancora in modo abbastanza efficace i problemi e le difficoltà di molte persone. I più sfortunati hanno poi un punto di riferimento nell’assistente sociale, che, grazie ai servizi del Consorzio intercomunale per i servizi sociali, riesce a risolvere la maggioranza dei problemi. Tra le situazioni più problematiche che si sono presentate in questi anni ci sono l’emergenza abitativa e il lavoro. Su entrambi i fronti l’amministrazione ha profuso un impegno significativo. Nel primo caso aprendo un confronto con i nuovi dirigenti dell’Agenzia Territoriale della Casa delle Province di Novara e VCO, con i quali si è giunti ad un accordo che ha previsto la cessione da parte dell’Associazione per la promozione del’anziano di un terreno sul quale, sfruttando un finanziamento regionale, sorgerà uno stabile con 14 piccoli appartamenti destinati a persone anziane e la sede dell’associazione. Nel secondo caso, oltre a intervenire nelle sedi istituzionali ogni volta che si è proposta una crisi occupazionale, che coinvolgesse aziende casalesi, l’ amministrazione ha promosso un intervento della Provincia a favore di persone che faticano a inserirsi nel mondo del lavoro, offrendo loro una opportunità di lavoro. L’amministrazione si impegna nel settore socio-assistenziale anche attraverso contributi economici a singoli, a famiglie in stato di necessità e ad associazioni. A questo scopo già a novembre 2004, pochi mesi dopo il nostro insediamento, è stato modificato il regolamento per la concessione di tali sussidi, che ha previsto l’importante novità di contributi per la frequenza di asili nido. Questo ha permesso al Comune di aiutare le famiglie che avevano bambini che frequentavano gli asili nido dei comuni vicini, prima che nascesse il micronido a Ramate. In particolare, ad esempio, nel 2008, grazie anche ad un finanziamento regionale, sono stati concessi oltre 15000 € a favore di 25 famiglie.

I contributi alle associazioni sono stati spesso destinati a iniziative specifiche ed hanno permesso, ad esempio, di garantire l’apertura della Biblioteca comunale e la realizzazione di corsi per gli anziani.

Mauro Giudici

.




permalink | inviato da ILCITTADINO il 9/4/2009 alle 17:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     aprile       
 


Ultime cose
Il mio profilo



Insieme per Casale
Casale Corte Cerro


Blog letto 28367 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom